Joost apre un web based client

Joost, iniziativa ideata e sponsorizzata da Janus Friis e Niklas Zennström, ha deluso fin dall’inizio tutte le aspettative nei suoi confronti. Il suo insuccesso tempo fa aveva fatto addirittura parlare di una chiusura prematura del progetto (poi smentita), ma ora i proprietari, consci di dover fare qualcosa per rilanciarlo, hanno preso una decisione drastica. Joost non esisterà più come software, ma solo come applicazione web based utilizzabile grazie ad un semplice plugin.

Questa pare, a mio avviso, la decisione più appropriata per guadagnarsi quanti più utenti in più possibili, poichè una applicazione via web è molto più immediata di un software pesante e adatto solamente a pc di nuova data come è stato fino ad adesso.

Il nuovo sito new.joost.com, al momento non ancora pubblico, sarà disponibile ai beta testers tra circa due settimane. Pare, inoltre, che abbiano deciso di aumentare l’importanza di Joost come community, migliorando le interazioni fra i vari utenti iscritti.

L’ex “Venice Project” si mette, dunque, in lotta con un’altra piattaforma video quale Hulu, che sta riscuotendo un successo enorme. La sensazione però è che per Joost sia irraggiungibile soprattutto dal punto di vista dei contenuti, in quanto Hulu offre contenuti premium molto amati dai navigatori.

Requisiti tecnici:

  • Windows XP e Vista: Firefox 2, Firefox 3, Internet Explorer 6 o Internet Explorer 7
  • Mac OS X (con processore Intel): Firefox 2, Firefox 3 o Safari
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

Ti potrebbe interessare...

4 Commenti so far »

    MyAvatars 0.2
  1. edoluz scrive,

    Scritto il 8 Settembre 2008 @ 16:36

    Ciao Giammy! Non puoi che trovarmi d’accordo su quanto espresso in questo articolo. Chiaramente ero anche io nei tester della fase beta di Joost, aspettandomi chissà cosa da questo software.
    Aspettative poi tristemente deluse, a partire dal fatto che non ci sia mai stata una localizzazione dei programmi e del format.
    Un fallimento iniziale quindi, un po’ come Babelgum. Stessa storia.

    La gente non vuole installare programmi invasivi, pesanti, e soprattutto destinati ad altri pubblici (che qui in Italia quindi non hanno motivo di esistere).

    Non sembrano capirlo, e la pagano in termini economici. Vogliono fare grossi investimenti e sventolare ogni volta la promessa di una rivoluzione nel mondo dei media? Beh, che ne paghino poi le conseguenze se non rispettano tali promesse.

    Web-based sarà sicuramente meglio. Ora vediamo cosa ne verrà fuori, ma nel mio piccolo sono stufo di vedere cloni di cloni… Basta… ;)

    PS: ottima segnalazione, come sempre!

  2. MyAvatars 0.2
  3. Giammy scrive,

    Scritto il 8 Settembre 2008 @ 18:18

    Grazie intanto ;)
    Comunque sì, ora che ci sarà l’applicazione web based penso che ci siano le possibilità che Joost possa in qualche modo aumentare (anche abbastanza notevolmente) il suo bacino d’utenza. Perchè con i fondi di cui sono in possesso devono assolutamente renderlo un successo.

  4. MyAvatars 0.2
  5. edoluz scrive,

    Scritto il 15 Settembre 2008 @ 09:16

    Ciao ragazzi. Ci sono novità circa la piattaforma di joost? News riguardo l’Italia e possibili localizzazioni?

  6. MyAvatars 0.2
  7. Giammy scrive,

    Scritto il 15 Settembre 2008 @ 14:35

    Per ora non ci è giunta alcuna notizia

Comment RSS · TrackBack URI

Posta un commento

Nome: (Richiesto)

E-mail: (Richiesta)

Sito:

Commento:

Ultimi Commenti

    • petrescu: ciao. per aprire il pacchetto che...
    • Giammy: Per ora non ci è giunta alcuna notizia
    • edoluz: Ciao ragazzi. Ci sono novità circa la...
    • edoluz: Ciao ragazzi e grazie per le risposte....
    • Sergio: cari ragazzi io sono un po ignorante in...
    • Giammy: Pensavo che Yalp facesse qualche altra...